Acustica nelle scuole: 3 consigli per la progettazione

di | Giugno 18, 2020

Un edificio scolastico è sottoposto a stringenti norme nell’ambito dell’acustica architettonica e ambientale, quindi qual è il modo migliore di trattare acusticamente questi spazi?

Leggendo questo articolo capirai quali sono alcune delle soluzioni migliori per trattare acusticamente gli spazi scolastici, sia per il tempo di riverbero sia per l’isolamento tra locali.

La nostra missione, la missione di Larmony Architettura Acustica Ambientale è quella di trasmettere ai progettisti la cultura legata al comfort acustico, dimostrando come una corretta progettazione acustica si debba fondere con l’architettura, con lo spazio, con l’uomo che la vive e con l’ambiente, in una prospettiva di benessere collettivo.

Let’s start!

acustica nelle scuole

Per la progettazione degli aspetti “acustici” nelle scuole italiane si fa riferimento principalmente alle seguenti normative:

  • studio del clima acustico secondo la legge quadro 447/95;
  • studio dei requisiti di isolamento acustico dell’edificio e di rumorosità degli impianti (se scuola privata si fa riferimento al DPCM 5/12/97, se scuola pubblica si fa riferimento alla UNI 11367 come da DM 11/01/17);
  • studio del trattamento di correzione acustica degli interni  secondo la UNI 11532.
In questo articolo ci concentreremo principalmente sull’aspetto edilizio della progettazione di un edificio scolastico, quindi sul trattamento acustico degli spazi interni e sull’isolamento acustico dei locali.

E’ necessario uno studio e un progetto approfondito per ogni tema e che varia in base alla tipologia della scuola, questi sono 3 consigli che mi sento di dare secondo la mia esperienza sul campo.

Acustica nelle scuole: 3 consigli per la progettazione

1) potenzia al massimo l’isolamento acustico tra aule

L’isolamento acustico tra aule è forse l’aspetto più importante nella progettazione di una scuola. Sicuramente ognuno di noi ricorda il fastidio di sentire voci e urla provenire dall’aula adiacente durante il silenzio di una verifica o di una interrogazione.

Il disturbo dai rumori aerei è uno dei fattori più penalizzanti per l’apprendimento degli alunni.

La scelta di una particolare soluzione può basarsi su vari fattori:

  • Richieste del committente;
  • Semplicità di posa;
  • Costo di realizzazione.
Qualsiasi sia poi la scelta finale è sempre necessario inserire uno o più spessori di materiale isolante acustico, perciò in fase di progettazione è utile considerare questa parete leggermente sovradimensionata rispetto ai divisori interni alla stessa unità abitativa perché uno spessore maggiore di materiale fonoisolante determina in genere prestazioni migliori!

Ricorda che l’isolamento da rumori aerei non si verifica solo per le pareti ma anche per i solai, banalmente per l’aula al piano di sopra o sotto.

Da questo punto di vista è importante curare anche le pareti che affacciano sul corridoio e le porte che devono essere di tipo insonorizzato.

Acustica nelle scuole: 3 consigli per la progettazione

2) prevedi delle controsoffittature acustiche

Come spiegavo nell’introduzione è obbligatorio trattare acusticamente gli spazi interni di una scuola, il modo più semplice è attraverso dei controsoffitti fonoassorbenti.

In alcuni casi sarà necessario implementare il fonoassorbimento con pannelli laterali da applicare sulle pareti verticali.

In commercio esiste una varietà impressionante di materiali che vengono utilizzati per questo scopo, tutti molto validi e alcuni hanno anche una valenza compositiva non indifferente.

Consiglio di prevedere i controsoffitti perché spesso sono le soluzioni più efficaci e tendenzialmente presentano anche le certificazioni per l’aspetto della protezione dal fuoco.

Acustica nelle scuole: 3 consigli per la progettazione

3) riduci l’utilizzo delle vetrate

Se hai esperienza nel campo della progettazione delle scuole avrai sicuramente notato che l’isolamento acustico di facciata richiesto presenta indici elevatissimi.

Di conseguenza è un enorme dispendio di denaro installare serramenti con un determinato potere fonoisolante, è decisamente meglio prevedere le aperture necessarie per rispettare i rapporti aeranti illuminanti e lasciare il resto della parete opaca.

E’ importante anche evitare i serramenti ad angolo perché sono di difficile gestione dal punto di vista acustico.

I serramenti e i cassonetti delle tapparelle contribuiscono in maniera determinante all’isolamento acustico delle facciate.

Per i cassonetti degli avvolgibili si consiglia di utilizzare prodotti con caratteristiche isolanti ed insonorizzanti per non compromettere la prestazione acustica complessiva della facciata.

Questi elementi, se non sono correttamente progettati ed insonorizzati, possono rappresentare una via preferenziale per l’ingresso del rumore in un edificio.

Se hai necessità di ricevere un parere tecnico in via preventiva o necessiti di collaborazione per la progettazione acustica, clicca sul link qui sotto e compila il modulo per essere ricontattato! CLICCA QUI

Altrimenti se non l’hai ancora fatto e vuoi approfondire l’argomento dell’isolamento acustico declinato per le diverse tipologie costruttive CLICCA QUI per scaricare gratuitamente la guida “Architettura e acustica: consigli pratici per una corretta progettazione”

In questo report ti mostrerò una serie di consigli acustici da applicare nel tuo progetto di architettura, i temi trattati sono:
  • “Residenza”: l’acustica nella residenza
  • “Uffici” : l’acustica negli uffici
  • “Ristoranti” : l’acustica nei ristoranti
  • “Scuole”: l’acustica nella scuola
  • “Teatri”: l’acustica nei teatri
  • “Edifici produttivi”: l’acustica negli edifici produttivi

CLICCA QUI per scaricare gratuitamente la guida “Architettura e acustica: consigli pratici per una corretta progettazione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *