Le origini del suono nella mitologia greca

di | Agosto 29, 2019

Il suono è vita

E’ con questa consapevolezza che porto avanti il mio lavoro di ricerca sulle origini del suono e credo che sia molto interessante mettere a confronto i miti di diverse culture:
  • il canto della sillaba OM dà origine al mondo in alcune mitologie orientali;
  • la voce degli dei dà forma alla realtà nei miti nordici;
  • la risata di Thot coincideva con la creazione dell’universo per gli antichi egizi;
  • nell’India antica l’universo nasce al ritmo della danza di Shiva;
  • per alcune popolazioni dei nativi americani il canto della divinità, ripetuto tre volte, dà origine a tutte le cose.
L’affinità tra suono e dimensione spirituale ha radici antichissime e, pur in forme diverse, si è manifestata e si manifesta nella maggior parte delle culture umane.

Secondo la Bibbia, le origini del suono coincidono con le origini della vita: “In principio fu il Verbo”, il verbo rappresenta la parola, la parola rappresenta il suono. 

Se consideriamo la mitologia Greca invece i fatti sembrerebbero più confusi ma comunque simili poichè i mitici Danai recitano: “In principio era il Caos…”

Il suono è una presenza costante nelle mitologie di tutto il mondo.
Basti pensare che solo nella mitologia greca si contano decine di personaggi legati alla musica.
mitologia greca
Le origini del suono nella mitologia greca:

Atena e il flauto

Pallade Atena voleva trovare uno strumento che imitasse il sibilo e il suono lamentoso del vento che precede l’uragano, allora prese l’osso cavo di un cervo e lo forò con una serie di buchi: si accorse dunque che soffiando dalla canna, chiudendo in alternanza i buchi, poteva ottenere quello che voleva.

Apollo e le Muse

Apollo è dio del sole, della luce, della salute e specialmente il dio del canto, della musica e della poesia.

Non a caso, le prime parole che Apollo pronunciò nascendo furono per richiedere una cetra.

La dimora preferita di Apollo non era l’Olimpo, ma il Parnaso, ai piedi del quale sostava il suo principale oracolo, Delfi.

Qui Apollo amava riposare e suonare la lira, circondato dalle Muse, sue ancelle, che danzavano e cantavano in coro.

Hermes e la cetra

Hermes, appena nato, si liberò da solo delle fasce e uscì dalla caverna.

Trovò una tartaruga, la raccolse e tolse l’animale dal guscio e sulla cavità di questo tese sette corde, fabbricando cosi la cetra. 

Hermes era un dio dispettoso; appena nato, rubò cinquanta capi di bestiame di Apollo, poi per non lasciare tracce degli zoccoli tirò i buoi per la coda, facendoli camminare a ritroso; nascose poi il bestiame nella grotta nativa di Cillene, si mise tranquillamente nella culla e ritornò a dormire.

Apollo, che era il dio dei vaticini e degli oracoli, seppe subito chi aveva rubato i buoi e si recò da Hermes, che però negò il furto dei buoi.

Apollo a udire quel bambino malizioso che sapeva abilmente dire bugie, promise di punirlo, ma Hermes, non curante si mise a suonare la cetra.

Il suono di quel nuovo strumento affascinò subito Apollo, che non per niente era il dio della musica; il dio pregò Hermes affinché gli donasse la cetra in cambio gli avrebbe lasciato il bestiame.

Le Sirene e i loro canti soavi

Le Sirene hanno molti significati nella mitologia greca:

  • Secondo alcuni rappresentavano l’afa spossante dello scirocco;
  • Secondo altri rappresentavano l’apparenza seducente ma ingannevole delle onde;
  • E secondo altri ancora, rappresentavano l’insidia degli scogli.
Erano vergini bellissime, col corpo di donna che finiva a forma di pesce. Con i loro canti soavi ammaliavano i naviganti, trascinandoli poi alla riva.

Per scongiurare questo pericolo, si ricorda Ulisse che si fece legare all’albero maestro della nave e fece otturare le orecchie con la cera.

Orfeo e il suo canto dolcissimo

Orfeo fece parte del gruppo degli Argonauiti che ebbe una tragica fine, i greci lo consideravano come il maggior poeta vissuto prima di Omero.

Dicevano di lui che col suo canto dolcissimo aveva il potere di muovere gli alberi e di rendere mansuete le belve. Si credeva che fosse figlio della Musa Calliope.

Arione e il delfino

La storia di Arione è significativa del potere che la musica esercitava sugli animali.

Arione, di ritorno da un viaggio in Magna Grecia, si accorse che i marinai della nave che lo trasportava stavano per aggredirlo e sicuro di sé chiede di poter cantare un’ultima volta.

Quindi dopo aver intonato il nomos orthios, la melodia sacra ad Apollo, si getta in mare. Un delfino, richiamato dalla bellezza del suo canto, dopo essersi avvicinato alla nave, lo prende su di sé portandolo in salvo.

Dioniso e le feste dionisiache

In onore di Dioniso si celebravano le solenni Feste Dionisiache due volte all’anno: una volta in autunno, al tempo della vendemmia, la seconda volta in primavera. In queste feste, tra altri riti, si cantavano canzoni che raccontavano le gesta e le avventure del dio il ditirambo

Questo excursus mitologico serve per mettere in evidenza quanto il suono è profondamente collegato alla vita, fin dall’antichità gli dei e gli umani hanno sempre ricercato il modo per mettersi in contatto con il bel suono e la musica.

Attraverso l’architettura e a una corretta progettazione è possibile migliorare sensibilmente il comfort acustico di edifici ed impianti a beneficio della vita di uomo e ambiente.

Se hai necessità di ricevere un parere tecnico in via preventiva o necessiti di collaborazione per la progettazione acustica, clicca sul link qui sotto e compila il modulo per essere ricontattato!

CLICCA QUI

Altrimenti se non l’hai ancora fatto e vuoi approfondire l’argomento dell’isolamento acustico declinato per le diverse tipologie costruttive CLICCA QUI per scaricare gratuitamente la guida “Architettura e acustica: consigli pratici per una corretta progettazione”

In questo report ti mostrerò una serie di consigli acustici da applicare nel tuo progetto di architettura, i temi trattati sono:
  • “Residenza”: l’acustica nella residenza
  • “Uffici” : l’acustica negli uffici
  • “Ristoranti” : l’acustica nei ristoranti
  • “Scuole”: l’acustica nella scuola
  • “Teatri”: l’acustica nei teatri
  • “Edifici produttivi”: l’acustica negli edifici produttivi

CLICCA QUI per scaricare gratuitamente la guida “Architettura e acustica: consigli pratici per una corretta progettazione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *